Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Invito Turiddu Bella

Domenica 26/10/2014 – ore 18,00
presso la saletta di Viale Cadorna 160

Il Centro Studi Turiddu Bella ha il piacere di presentare ai soci ,agli amici e simpatizzanti l’ultimo libro della scrittrice e poetessa Maria Lucia Riccioli Quannu ‘u Signuri passava p’ ‘o munnu , una serie di “cunti” in versi in dialetto siciliano, scaturiti dalla saggezza antica che annunciava valori morali attraverso racconti oralmente tramandati come le parabole di Gesù,

Vi aspetto tutti!

UN PO’ DI AMARCORD…

L’anno scorso il CSTB organizzava un pomeriggio per me.

Un omaggio al mio lavoro di scrittrice e poetessa – quasi mi vergogno di utilizzare questi titoli per una passione che mi caratterizza da sempre insieme a quella per la musica.
Il CSTB, Centro Studi di Tradizioni Popolari “Turiddu Bella”, nella persona della sua presidentessa Maria Bella Raudino, con la quale ho collaborato per la realizzazione di spettacoli ed incontri culturali, ha dedicato un pomeriggio letterario e musicale alle mie poesie in italiano e in dialetto siciliano, ai miei racconti e a “Ferita all’ala un’allodola”, il romanzo che ho dedicato alla poetessa e patriota di Noto Mariannina Coffa Caruso.
Al Centro Studi mi lega anche il Trofeo dedicato alla memoria di Turiddu Bella, cantastorie e poeta.
Ho partecipato a varie edizioni del premio ed ho avuto la gioia di vincerlo nel 1994.
Il dialetto siciliano, il riallacciarsi alle radici della mia famiglia, la poesia come fiume carsico della mia esperienza letteraria… tutto questo è confluito nella relazione della professoressa Bella, figlia di Turiddu ed instancabile organizzatrice culturale.

La relazione della professoressa ha analizzato anche la mia produzione in lingua, mentre la giornalista e scrittrice Lucia Corsale si è occupata del rapporto tra poesia e scrittura in genere e musica, linguaggio poetico e musicale.

Le letture dei brani, tratti dalle poesie in italiano e dialetto, dai racconti e dal romanzo, sono state a cura del regista e attore Agostino De Angelis e di Marco Scuotto, attore e presidente dell’Associazione culturale Extramoenia.

Al pianoforte il Maestro Marinella Strano, che mi aveva già accompagnata in varie esibizioni.

http://www.gaetanoblundo.com/