Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ecco la locandina del convegno SGUARDI PLURALI dedicato alla poetessa e patriota netina Mariannina Coffa Caruso.
Sono stata onorata oggi pomeriggio di prendervi parte in qualità di moderatrice dialogando con Marinella Fiume e Biagio Iacono sul loro ultimo lavoro dedicato proprio alla figura della Coffa, VOGLIO IL MIO CIELO (Bonanno editore).

…e il programma!

Mariannina SGUARDI PLURALI programma

 

Ringraziamo la redazione di Siracusanews per l’attenzione verso questa figura di donna e poetessa…

http://www.siracusanews.it/node/52979

Vi invito a leggere qui, sui temi oggetto della discussione con Biagio Iacono e Marinella Fiume…

http://www.siciliafan.it/mariannina-coffa-poetessa-siciliana-nel-prestigio-del-magnetismo-marinella-fiume/

Articoli vari…

http://247.libero.it/lfocus/21610314/1/noto-una-due-giorni-per-celebrare-mariannina-coffa/

http://www.lagazzettasiracusana.it/noto-sguardi-plurali-convegno-su-mariannina-coffa/

Marinella Fiume ha riassunto il contenuto di ogni lettera, contestualizzando il tutto con due preziosi saggi che restituiscono Mariannina Coffa agli studi accademici: nel primo si riprendono argomenti e temi di SIBILLA ARCANA (Lussografica editrice), il volume che raccoglieva le lettere tra Ascenso Mauceri e la poetessa premettendo un documentato appassionato lavoro sui rapporti della nostra con omeopatia massoneria magnetismo mesmerismo, raffaellismo… (la professoressa Maria Conforti de “La Sapienza” di Roma ha incentrato il proprio intervento al convegno proprio sulla storia della medicina: interessante vedere come le due studiose siano giunte a conclusioni simili partendo l’una dagli studi storici sulla medicina, l’altra analizzando le poesie della Coffa).

La seconda parte del volume si incentra proprio sulle caratteristiche di questa raccolta di lettere, criticamente e filologicamente editate, e pone interessanti quesiti sul “giallo” dei manoscritti scomparsi della poetessa.

Come la Maddalena di Caravaggio ultimamente ritrovata, nuove sorprese sulla Coffa verranno forse da fortunosi ritrovamenti.

Ma fondamentale è l’apporto di questo libro che rappresenta il felice incontro tra studio e storia locale – impagabile l’acribia di Biagio Iacono, che come giornalista ed editore, oltre che appassionato lettore della Coffa, fin dai volumi POESIE SCELTE e LA CAPINERA CHE NON SORRISE si era proposto di offrire a chi vorrà studiare la Coffa in futuro dei volumi il più possibile documentati – e nuove prospettive critiche come quelle delineate dalla Fiume, studiosa poco ortodossa, non accademica ma di certo appassionata, che non ha lesinato sforzi viaggi letture indagini per svelare gli arcani sibillini che ci offre ancora Mariannina Coffa.

Il film di Martone “il giovane favoloso” sulla figura di Giacomo Leopardi ricorda per molti aspetti la vicenda – romantica in ogni senso – della Coffa.

L’espressione felicissima è di Anna Maria Ortese, che meriterebbe molto di più dell’oblio e della scarsa conoscenza della sua opera che le è toccata in sorte.

Martone bene ha fatto intitolando così il suo film sul recanatese.

Oggi al convegno mi sono sentita di denominare così la nostra Mariannina Coffa: la giovane favolosa che ha ancora tanto da dire alle nuove generazioni di studiosi e lettori.

(Nella foto, Marinella Fiume, io e Biagio Iacono a Palazzo Impellizzeri)

(Casa natale di Mariannina Coffa)

(Palazzo Impellizzeri a Noto, sede dell’Archivio di Stato)

 

 

(Mariannina Coffa giovinetta, splendido disegno che ritrae “la giovane favolosa”)

(La mostra documentaria e la sala convegni)

(Copertina del volume presentato oggi)

Annunci