Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ebbene sì… anche io testimonial per “Save The Beauty”.

Anche io sostengo la social campaign “Save The Beauty! Con la cultura si mangia” a favore della Bellezza e della Cultura, letti come imprescindibili valori di ricchezza ed accrescimento personali, ma anche di un nuovo modo di intendere la produttività nazionale.

Ne ho sposato il progetto e partecipo come ospite alla serata “Sapori Letterari” organizzata da Infinity Agency al Fortino Letterario di Siracusa presso Cortile Verga.

Vi aspetto per festeggiare la Bellezza il 24 aprile 2016 dalle 18:30.
Link Facebook event > https://www.facebook.com/events/562391733943508/

Il 24 aprile save the date! E non solo…

Questo il link al sito ufficiale Save the Beauty… L’evento a livello nazionale che quest’anno sarà presente anche nella nostra città. Ed io ne sono molto contenta.

Cultura è Partecipazione!

“Cambiate le cose, lasciate un segno” Save the Beauty

Perché Cultura è partecipazione.

Se vuoi davvero cambiare il mondo, non puoi dormirci sopra.”

“SAVE THE BEAUTY | Con la Cultura si mangia” è stato ideato da ROSSOCONTEMPORANEO di Angelo Raffaele Richelieu Villani ed in collaborazione con operatori culturali da tutta Italia, un opeen project nel quale si creano le premesse per una rete nazionale di relazioni attorno ai concetti di Bellezza e Cultura, letti come imprescindibili valori di ricchezza ed accrescimento personali, ma anche di un nuovo modo di intendere la produttività nazionale.

Siamo abbastanza certi che con la Cultura Vera, in questa nostra meravigliosa Italia si possa mangiare. E siamo fiduciosi che tutti, prima, o poi, sperando prima, possano accorgersi di ciò. Ed è per questo motivo che Save the Beauty c’è. E’ una realtà in costante divenire e accrescimento.

Per lo scellerato ardire di osare una rete di sinergie culturali e di pensiero, che possa alimentare la necessità di una riconversione mentale, prima che strutturale e produttiva. Operatori della Bellezza e della Creatività a 360° attorno ad un progetto strategico, di riconversione e rilancio.
Solo la Creatività, solo la Bellezza possono modificare il quotidiano, imprimendo accelerazioni verso nuove visioni di eccellenza. In tutto.

Peché Cultura è partecipazione. ‪#‎SaveThBeauty‬

https://www.facebook.com/Save-the-Beauty-1009862362440299

‪#‎SaveTheBeauty‬ ‪#‎CortileVerga‬

Il 24 aprile 2016, presso il Cortile Verga a Siracusa, SAVE THE BEAUTY aprirà un fortino letterario siracusano.

Parlano dell’evento – e grazie a tutti per il loro lavoro – Siracusa News:

http://www.siracusanews.it/node/71206

Untitled Magazine:

http://untitledmarlalombardo.blogspot.it/2016/04/save-beauty-con-la-cultura-si-mangia_11.html

WebMarte.tv:

http://www.webmarte.tv/2016/04/14/siracusa-con-la-cultura-si-mangia/

Sarà presente, tra gli ospiti, l’amico semiologo Salvo Sequenzia, che conosce il mio libro per averne fatto dotta disamina. Ecco le sue parole sull’evento:

La notte propizia fabulazioni.
La mia fabulazione per voi sarà:
‘In principio fu il rhombus. Dal garum a Dumas tra le vie di Ortigia inseguendo gourmandise e parole’.
Disperando enoiche voluttà.

Presto il Programma della serata.

Gli ospiti, naturalmente, sono anche Testimonial della social campaign a livello nazionale di Save the Beauty “CI METTO LA FACCIA”.
Il popolo di chi crede che la Bellezza e la Cultura siano Valori importanti, fondamentali, e priorità vera in questo nostro Paese.

Tra gli altri saranno presenti Gianfranco Damico, scrittore e sociologo della relazione, e Giovanni Fichera, docente enogastronomico e chef.

20160320_191233

QUANNU ‘U SIGNURI PASSAVA P’ ‘O MUNNU è il mio libro di cunti in dialetto siciliano, uscito nel 2014 e protagonista di tanti incontri…

Ecco la prefazione, dono dell’amico poeta, etnologo e saggista Sebastiano Burgaretta:

Aria fresca, che pure sa d’antico e che d’antico serba la fragranza, è quella che si respira e si gusta leggendo questi racconti in versi di Maria Lucia Riccioli, la quale in essi si rivela narratrice, anzi poetica raccontatrice, d’antico stampo popolare, quasi una specie di contastorie in proprio, aggiornata cioè al tempo d’oggi e quindi libera nel piegare il ricco patrimonio lessicale siciliano all’esigenza della comunicazione che la vita attuale impone (Sebastiano Burgaretta).

https://luisellapacco.wordpress.com/2014/08/28/quannu-u-signuri-passava-p-o-munnu-di-maria-lucia-riccioli/ (la splendida recensione di Luisella Pacco)

http://www.cataniapubblica.tv/buc-quannu-u-signuri-passava-po-munnu/ (la puntata di BUC in cui sono stata intervistata sul libro)

http://www.nuovosud.it/24242-cultura-siracusa/quannu-%E2%80%98u-signuri-passava-p%E2%80%99%E2%80%99o-munnu-presentato-siracusa-il-libro-di-maria (la recensione di Anna Di Carlo su NuovoSud)

https://cstbcentro.wordpress.com/2014/10/28/quannu-u-signuri-passava-p-u-munnu/ (io e il CSTB, Centro Studi di Tradizioni Popolari Turiddu Bella)

http://www.lacivettapress.it/online/index.php?option=com_content&view=article&id=258:libro-in-dialetto-della-poetessa-riccioli-storie-in-endecasillabi-a-rima-baciata&catid=17:cultura&Itemid=121 (La Civetta di Minerva)

http://www.reteregione.it/si-cunta-sarraccunta/ (su Reteregione, scritto da Lucia Corsale)

https://www.youtube.com/watch?v=C8b6_nV2SDA (il booktrailer)

 

Annunci