Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Ultimo numero prima dell’inizio dell’estate… quello del 24 giugno 2016, ancora in edicola…

LA CIVETTA DI MINERVA tornerà in edicola a settembre!

Ma non vi lasciamo da soli… online troverete sempre articoli nuovi!

http://www.lacivettapress.it/it/index.php?option=com_content&view=article&id=1743:marcello-perracchio-premiato-ad-atto-unico&catid=17&Itemid=143

Ecco uno dei miei ultimi pezzi…

20160731_224550

“Montalbano appizzò gli occhi su una delle cento fotografie che coprivano le pareti e disse: “Ma quello non è Ruggero Ruggeri nel Piacere dell’onestà di Pirandello?”. E da quel momento fu come una valanga di nomi e di titoli: Sem Benelli e La cena delle beffe, ancora Pirandello e i Sei personaggi in cerca d’autore, Ugo Betti e Corruzione a Palazzo di Giustizia, mescolati a Ruggeri, Ricci, Maltagliati, Cervi, Melnati, Viarisio, Besozzi… La cavalcata durò un’ora e passa, con Montalbano alla fine intronato e i due vecchi attori felici e ringiovaniti”.

Questa citazione dai Racconti di Montalbano di Andrea Camilleri è forse il mezzo migliore per introdurre la premiazione, avvenuta ieri presso Largo Landolina nella splendida cornice di una serata netina, dell’attore Marcello Perracchio.

La Rassegna “Atto unico” – ormai un appuntamento per gli amanti del teatro – si è conclusa con la messa in scena de “La sedia” di Beppe Rosana (un vero e proprio omaggio al teatro, simboleggiato da un oggetto di scena che segue la carriera del protagonista, interpretato da Davide Sbrogiò), il cui testo spazia dall’amore per i clown, per Chaplin, Fellini e Nino Rota (evocativo il clarinetto di Corrado Sorrentino, in scena insieme a Sbrogiò, a Laura Ingiulla e alle danzatrici Lilly Santocono e Francesca Frasca), con la consegna delle targhe agli attori protagonisti delle pièce portate in scena a Noto e con l’omaggio alla lunga e fortunata carriera dell’attore modicano, noto al grande pubblico per il personaggio del medico legale dottor Pasquano nella serie de Il commissario Montalbano.

Marcello Perracchio ha incantato il pubblico con aneddoti della sua carriera di attore allo Stabile di Catania a fianco di artisti del calibro di Turi Ferro, Ida Carrara, Salvo Randone, Tuccio Musumeci, Pippo Pattavina e tanti altri: i ruoli di caratterista o le parti apparentemente secondarie “colorano, illustrano, danno risalto a quelle principali” e se ben interpretate “si ricordano”. Tra queste gli è particolarmente cara quella dell’emigrante Infantino in L’ultima violenza” di Pippo Fava, ma è doveroso ricordare le produzioni pirandelliane o i camei in film come giudice ragazzino”.

Perracchio ha poi fatto dono al pubblico di una toccante poesia di Ciccio Sineri, “Pisatici lu granu ppi me’ matri”, una vera lezione di teatro.

https://www.gofundme.com/r2h6hryk

Per finanziare LA CIVETTA DI MINERVA, che è sostenuta solo da sponsor privati ed è un esempio di stampa libera da vincoli, l’idea è quella del crowdfunding, cioè la ricerca di fondi.

La civetta, animale sacro a Minerva: il simbolo del giornalismo che raccoglie informazioni e poi le analizza e le argomenta offrendole alla società perché diventino l’humus di un pensiero critico.

Da questa interpretazione del giornalismo  nel settembre del 2009 nasce il progetto dell’edizione cartacea del La civetta di Minerva, giornale antimafia, no profit.

http://www.lacivettapress.it/ it/

Difesa dell’ambiente e del territorio,  multiculturalismo, welfare, etica politica, economia sostenibile, lotta contro ogni forma di sfruttamento, prevaricazione e corruzione sono i nostri temi.

In soli sette anni di attività abbiamo sostenuto – nonostante la scarsità di risorse e quasi solo grazie ai nostri stessi contributi – importanti battaglie nel settore delle energie rinnovabili, della gestione privata del servizio idrico, contro la  costruzione del rigassificatore di Priolo-Melilli, a favore del blocco delle trivellazioni petrolifere in Val di Noto. Poi, tra le nostre numerose inchieste, quella “storica” sulla Procura della Repubblica di Siracusa ci è valsa il premio giornalistico nazionale Mario Francese 2012.

Tuttavia la nostra battaglia per la legalità ci ha portato più nemici che introiti e adesso la Civetta rischia la chiusura definitiva. Abbiamo bisogno di voi per salvarla!
Le donazioni verranno usate per finanziare il giornale e le attività che possano contribuire a tenerlo in vita e a promuoverne la diffusione.

Il nome di ogni donatore verrà stampato in uno spazio dedicato del giornale che potrà accogliere anche proposte e considerazioni (previa valutazione della loro liceità). Ciascuno riceverà il PDF del numero in uscita che presto potrete leggere anche grazie ad un’app.

———————————————————————–

The owl, sacred to the roman goddess Minerva: the symbol of aan active journalism, which collects, analyzes and discuss information in order to provide society with a booster for critical thought .

This interpretation of journalism led to the birth, in september 2009, of  the anti-mafia, non-profit, print newspaper, La Civetta di Minerva.

http://www.lacivettapress.it/it/

Our mission is to oppose environmental threats, corruption, exploitement, and abuse of power; and to promote multiculturalism, welfare, ethical politics, and sustainable economy.

Even though we had little money – motly provided by the journalists ourselves – in seven years we fought important battles: against water privatization; against the building of the regasification unit in the high risk area of Priolo-Melilli; against oil drilling in the historical area of Val di Noto. Among our many investigative reports, the “famous”one on the judges of the Procura della Repubblica di Siracusa was rewarded with the national Mario Francese prize for anti-mafia journalism.

However, our battle for legality brought us more ennemies than funds and now La Civetta risks to close for ever. We need you to save it!
Your donations will be used to support the newspaper and every activity which can contribute to its survival and outreach.

The name of every donor will be printed in a specific section of the newspaper, where your ideas and proposals can also be hosted (after previous evaluation of their legitimacy). Moreover, every donor will receive a PDF version of next issue and will be able to read it through an app.

http://www.lacivettapress.it/it/

http://www.lacivettapress.it/it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=17&Itemid=143

LA CIVETTA esce ogni due venerdì e poi molti articoli confluiscono nel sito, dove troverete anche aggiornamenti e novità.

 

 

 

 

 

Annunci