Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

https://www.facebook.com/events/371599046541708/ (ecco l’evento Facebook)

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Leggere è un fatto creativo – a partire da questa consapevolezza nasce l’idea che gli autori incontrino direttamente il loro pubblico e si incontrino tra loro in pubblico per condividere parole scritte, riflessioni, domande, l’amore per la letteratura…
raccogliendo la proposta di una scrittrice siracusana Delia Caruso apriamo le stanze della storica libreria Casa del Libro per accogliere domenica pomeriggio un “caffè letterario”.

Così scrive Deila:
“Ma cos’è un caffè Letterario dei giorni nostri?
In pratica è un posto dove si riuniscono le persone per diffondere la cultura del leggere:
– è un posto dove l’arte di ogni genere la fa da padrona;
– è un posto dove persone di ogni tipo espongono le loro idee per farsi conoscere. Che si tratti di pittori, scultori, poeti o scrittori, o semplici appassionati, questi si recano nei caffè letterari anche per allietare gli intervenuti con il loro intrattenimento;
– è un’atmosfera, è una sensazione;
– è sicuramente un posto dell’anima.
Vi aspettiamo allora per condividere e crescere insieme.

Oggi alle ore 19 presso la Casa del Libro Rosario Mascali di Siracusa!

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Ecco le parole di Delia Caruso…

Sono sicura che in molti si staranno chiedendo che cos’è un caffè letterario. Per chi non lo sa il “Caffè Letterario” è un incrocio spesso ben riuscito tra la cultura letteraria e il profumo del caffè e della carta stampata.

Matrimonio che quasi sempre si è rivelato solido e vincente e che non è una scoperta dei nostri giorni. Anzi.

Già più di un secolo fa nasceva e si diffondeva in tutto il continente europeo la moda dei caffè letterari. Allora erano gli artisti che normalmente li popolavano per scambiarsi esperienze, commenti e idee. Il popolino se ne stava alla larga, quasi impaurito dalla presenza, in questi ritrovi, di quegli “strani personaggi”.

Oggi, invece, ritorna questa tendenza per porsi come alternativa alle spersonalizzanti realtà virtuali. E rende anche molto bene, visto l’enorme successo di quelli esistenti.

Ma perchè un caffè Letterario a Siracusa?
Dalle ultime statistiche gli italiani restano un popolo di non lettori e anche se nel 2015 si arresta un pò la tendenza negativa, sono ancora il 58% le persone che non hanno letto neppure un libro in un anno. Secondo gli ultimi dati Istat, nel 2015 il 42% degli italiani dai sei anni in su, (circa 24 milioni) ha letto almeno un libro, per motivi non scolastici o professionali. Nel 2014 erano il 41,4%, un dato poco inferiore allo scorso anno ma si sono comunque recuperati circa 412 mila lettori e si è invertito il trend al ribasso iniziato nel 2012

In pratica noi organizzatori faremo questi incontri a più riprese durante quest’anno perchè vogliamo stimolare i giovani a “prendere il vizio di leggere” e i meno giovani a riprendere un libro in mano. L’unico obiettivo di un caffè letterario è questo. Creare un posto dove si incontrano le persone che amano i libri e stare insieme uniti dalla stessa passione. Dall’unione di questi elementi nasce un prodotto del tutto nuovo, sicuramente molto più accattivante e multiforme..

Un posto dove l’arte di questo tipo la fa da padrona. Qui gli scrittori emergenti, giovani e meno giovani di ogni genere espongono le loro idee per farsi conoscere. Che si tratti di poeti o scrittori, o semplici appassionati, questi si recano nei caffè letterari anche per allietare gli intervenuti con il loro intrattenimento.

Il caffè letterario quindi non è un semplice luogo della conoscenza. E non è nemmeno una semplice biblioteca/libreria.
E’ un’atmosfera, è una sensazione, è sicuramente un posto dell’anima.

E può coinvolgere diverse generazioni di anime sensibili, perché all’odore del caffè e alla carta stampata, si può unire il dialogo ormai perso fra la gente che preferisce i sistemi moderni di “comunicazione non verbale”.

Insomma il caffè letterario è un luogo dove allo stare insieme, tipico dei bar, si puó unire un grande amore per i libri, per la cultura e, spesso, per un profondo senso etico e solidale.
La serata sara’ allietata dalla voce di Roberta Di Pietro e dagli interventi di altri autori come: Valerio Vancheri, Luigi La Rosa, Maria Lucia Riccioli, Bruno Formosa.
UNISCITI A NOI ♥

Eccola!

Ecco il promo di “Libri in città”, la trasmissione dedicata ai libri che va in onda sul canale 654 del digitale terrestre. L’emittente è Telecittà.

Conduttori sono Claudia De Luca e il professor Luigi Amato, docente universitario di Estetica.

Ringrazio sia loro per il gentile invito a partecipare alla quinta puntata della trasmissione che Luigi Bianca e il suo staff per la ripresa e il montaggio del programma.

Posso quindi offrirvi la visione dell’intervista realizzata presso la splendida Biblioteca dei Padri Cappuccini di Siracusa (e mi piace anche porgere un saluto a Marcello Cioè, direttore competente e gentile).

Abbiamo parlato sia del mio romanzo FERITA ALL’ALA UN’ALLODOLA, incentrato sulla figura della poetessa e patriota netina Mariannina Coffa, che del mio libro di cunti in dialetto siciliano QUANNU ‘U SIGNURI PASSAVA P’ ‘O MUNNU (Algra editore), che poi della mia fiaba uscita per i tipi di VerbaVolant edizioni “La bananottera”, che ha come protagonista la dolce bananottera gialla Nana.

Durante l’intervista ho avuto modo di ricordare insieme a Claudia De Luca sia il compianto Luciano Rispoli che il nostro concittadino Enzo Maiorca, per la sua lotta in difesa del mare e dell’ambiente in generale. Un pensiero è andato anche alla figlia Rossana.

Buona visione…

Se volete rivedere questa e le altre puntate di Libri in città ecco il link:

…ed ecco un po’ di materiale sui miei libri.

Ferita-all'ala-sito-piccolo

La prima copertina di FERITA ALL’ALA UN’ALLODOLA.

cop_maria lucia riccioli_Layout 1+bandella

Copertina e bandella della riedizione (grazie ancora a Paolo Di Paolo e Lia Levi).

Copertina Riccioli

I miei cunti in dialetto… grazie al mio editore Alfio Grasso e ad Alessio Grillo e Maria Francesca Di Natale per disegni e copertina, ai curatori di collana Maria Rita Pennisi e Alfio Caruso…

DSC07174

Ed ecco tutti insieme i miei libri… al centro la mia fatica più recente, LA BANANOTTERA (VerbaVolant edizioni).

 

 

 

Annunci