In vacanza con Jane Austen

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Buongiorno! Ieri sera a Casa VerbaVolant una piacevolissima serata con Maria Lucia Riccioli e Alfredo Polizzano. Un’estate regency con Jane Austen, con gran finale con pennini e penne di fagiano 

L'immagine può contenere: 2 persone, persone sedute e spazio al chiuso

L'immagine può contenere: pianta

Buon pomeriggio da Casa VerbaVolant! Noi e Maria Lucia Riccioli vi aspettiamo per la serata Jane Austen. Come sempre nessun dettaglio è lasciato al caso!

L'immagine può contenere: una o più persone e testo

Nessuna descrizione della foto disponibile.

Buongiorno! Ci prepariamo per il prossimo evento di Casa VerbaVolant! Appassionati di Jane Austen? Vi aspettiamo con Maria Lucia Riccioli e Alfredo Polizzano giorno 19! #janeausten @jane_austen_lit#janeaustenbookclub @mriccioli @libreriafenice @libreriadiana #casaverbavolant #libri #booklover#bookstagram #libripertutti #vacanzeculturali#vacanzeletterarie #ortigia #siracusa #eventi#eventiletterari

https://www.facebook.com/events/2379093499083266/?notif_t=event_description_mention&notif_id=1562426431123959

L'immagine può contenere: testo

Quale location migliore del salotto della Sala Continental di Casa VerbaVolant per chiacchierare con Maria Lucia Riccioli di viaggi in epoca Regency, sorseggiando tè freddo?
E poi, guidati da Alfredo Polizzano, scriveremo delle cartoline da Siracusa con penna e calamaio!

Vi aspettiamo!
Evento su invito

L'immagine può contenere: 7 persone, spazio al chiuso

http://www.lacivettapress.it/it/index.php?option=com_content&view=article&id=3789:l-editrice-verbavolant-molto-piu-di-un-b-b-letterario&catid=17&Itemid=143

Fausta di Falco ed Elio Cannizzaro hanno aperto in via Landolina la casa di famiglia (appartamenti, biblioteca, un’area espositiva e una per attività culturali) ai tanti ospiti innamorati della scrittura

 

La Civetta di Minerva, 1 giugno 2019

Un palazzo settecentesco nell’isola di Ortigia. Un pomeriggio di maggio. Una casa editrice, VerbaVolant edizioni, che grazie a Fausta Di Falco ed Elio Cannizzaro oltre a dare casa alle parole ha pensato di aprire la casa di famiglia ad ospiti innamorati della scrittura. Un’attrice del calibro di Maddalena Crippa, superba Ecuba ne “Le Troiane” della stagione 2019 dell’INDA, con la sua voce modulante toni e ritmi e tutto il corpo ad accompagnarla: la parola nuda, senza orpelli né effetti speciali, offerta all’ascolto e resa narrazione viva. Questi gli ingredienti dell’inaugurazione di Casa VerbaVolant del 21 maggio scorso.

Le parole eterne della storia di Fetonte, tratta dalle “Metamorfosi” di Ovidio nella traduzione di Mario Ramous, sono risuonate nelle stanze di quello che è molto di più di un b&b letterario ma una Casa che ospita appartamenti, camere, una biblioteca, un’area espositiva e una per attività culturali, tutti ambienti arredati tra vintage e moderno e dedicati a macchine da scrivere e autori che le hanno utilizzate: Olivetti, Remington, Hermes e Triumph d’epoca da ammirare e utilizzare per lasciare un messaggio o scrivere – chissà? – la propria opera con i tramonti ortigiani e la Chiesa del Collegio dei Gesuiti a fare da meraviglioso sfondo insieme a scorci di tetti e prospettive inedite dell’isola.

L’evento che ha visto protagonista Maddalena Crippa ha inaugurato non solo Casa VerbaVolant ma anche la serie degli eventi come presentazioni, workshop e molto altro che il palazzo di Via Saverio Landolina ospiterà, tutti legati alla storia e alla cultura di Siracusa e di Ortigia, come il workshop di narrazione e illustrazione “Ortigia en plein air” con La Tata Maschio e Il T-Rex a pois l’1 e il 2 giugno e una lettura recitata a cura di Graziano Germano Piazza, presente all’evento del 21 maggio insieme a Viola Graziosi e Paolo Rossi – Menelao conquistatore e conquistato Piazza, splendida Elena Viola Graziosi e straniante e straniato Taltibio Rossi sempre ne “Le Troiane” –, ad amici e autori di VerbaVolant edizioni come Stefano Amato, vincitore dell’edizione 2019 della sezione narrativa 7-10 anni del Premio “Il Gigante delle Langhe” con “Davide e il mistero QWERTY”, Giusy Norcia (“Archimede – Una vita geniale”, “L’isola dei miti”) e Maria Lucia Riccioli (“La bananottera”).

Per essere sempre aggiornati sulle iniziative di Casa VerbaVolant, ecco il sito: http://www.casaverbavolant.it

Ci prepariamo per il prossimo evento di Casa VerbaVolant! Appassionati di Jane Austen? Vi aspettiamo con Maria Lucia Riccioli e Alfredo Polizzano giorno 19! #janeausten @jane_austen_lit#janeaustenbookclub @mriccioli @libreriafenice @libreriadiana #casaverbavolant #libri #booklover#bookstagram #libripertutti #vacanzeculturali#vacanzeletterarie #ortigia #siracusa #eventi#eventiletterari — con Alfredo Polizzano e Maria Lucia Riccioli

Amo Jane Austen… a lei ho dedicato racconti e articoli… e uno spettacolo realizzato grazie all’amica – anche lei Austen addicted – Donatella Motta…

https://marialuciariccioli.wordpress.com/2018/03/06/jane-austen-a-sortino-resoconto-e-foto/

E poi è venuto il club, grazie alla Libreria Fenice e ad Alfredo Polizzano.

http://www.lacivettapress.it/it/index.php?option=com_content&view=article&id=3588:la-libreria-fenice-di-catania-da-il-via-al-club-jane-austen&catid=17:cultura&Itemid=143

E adesso altro materiale che mi riguarda a proposito di una delle mie autrici del cuore…

http://www.letteratu.it/2013/12/16/lady-susan/

Su LETTERATU abbiamo ricordato la grandissima Jane Austen con la mia recensione di LADY SUSAN, romanzo epistolare giovanile della scrittrice, nata il 16 dicembre 1775.

E poi, tanto per rinfrescarci la memoria, un articolo mio dell’anno precedente:

Il compleanno di Jane

IL COMPLEANNO DI JANE

La canonica era immersa nel silenzio. Il verde pendio sul retro della casa era una coltre buia e fredda.

La ragazza rabbrividì e ravvolse la coperta più strettamente sulla vestina da notte.

Ancora poche ore e il sole sarebbe sorto sul giorno del suo compleanno.

Riusciva quasi a vederli, il babbo e la mamma, sorpresi ma non troppo di trovarla alzata di buon mattino, pronti a darle il bacio d’augurio. Cassy avrebbe fatto un pudding o una delle sue torte fantasia. E la giornata sarebbe trascorsa così, tra una canzone al pianoforte, uno scherzo dei suoi fratelli, le faccende domestiche, il sermone di papà ancora da scrivere, la casa da preparare per i giorni di festa di là da venire. Bel giorno, il 16 dicembre, per venire al mondo. Troppo freddo per uscire e il Santo Natale alle porte.

Un tempo ideale per leggere. Finirò Gilpin. O meglio la Barney.

Ma non si era alzata per terminare l’ennesimo libro.

I quaderni reclamavano la sua attenzione.

Intinse la penna nella boccetta d’inchiostro e per un tempo indefinito – si fece giorno, il sole filtrò dalla siepe e batté alla finestra per augurarle buon giorno e buon compleanno, il reverendo Austen la vide intenta a scrivere e le carezzò la testa prima di abbracciarla – non ebbe più freddo né sonno, né riuscì a pensare al ballo di Natale o alla torta di Cassandra, alla mamma che le avrebbe rimproverato l’alzataccia.

Era a Lesley Castle, riviveva le avventure di “Love and Freindship”, palpitava per Catherine. Riandava con gli occhi e la mente ai suoi primi imparaticci e affrontava i nodi delle nuove storie.

Aveva iniziato per divertire se stessa, Charles e tutti gli Austen, e non aveva intenzione di smettere.

http://letteratitudine.blog.kataweb.it/2007/08/06/ma-si-puo-rifiutare-la-austen/ (un post sempre attuale)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...