Tag

, , , , , , , , , , ,

15 anni fa, alle 21.37, moriva Karol Wojtyla, sacerdote, poeta, drammaturgo. Papa col nome di Giovanni Paolo II.

Un uomo straordinario, un santo – il 27 aprile verrà canonizzato insieme a Giovanni XXIII.

Lo ricordo così…

Questo è il video della sua storica visita a Siracusa… di cui quest’anno ricorre il ventesimo anniversario… di recente la Basilica ha ospitato la reliquia del Beato. Io ero presente all’Angelus della Balza Akradina. Che emozione… e ho potuto venerare la reliquia in Santuario oltre che visitare la sua tomba e assistere alla cerimonia con cui Francesco ha dichiato Wojtyla santo insieme a Giovanni XXIII.

E questo papa è legato alla mia vita in modi che non posso esprimere… molti di questi rimarranno nel mio cuore e nella mia anima, troppo privati per raccontarli.

QUANNU ‘U SIGNURI PASSAVA P’ ‘O MUNNU, racconta di cunti in dialetto che ho pubblicato per i tipi di Algra editore, contiene una dedica proprio a Giovanni Paolo II.

Ve la regalo.

A Karol Wojtyla, Giovanni Paolo ii, nell’anno in cui è stato
elevato alla gloria degli altari come Santo, per una serie di motivi
che solo la poesia può spiegare.
Quasi quasi nun ci criru. Muristi.

Chi ghionna vacanti, chi ghionna tristi…

Mi manca lu to’ passu, la to’ vuci,

li to’ ìrita strinciuti a la cruci

e lu to’ surrisu chinu d’amuri,

li to’ paroli supra lu Signuri.
T’arriuoddu di picciridda e uora…

nun ci si’ cchiù, ma ju ti pensu ancora.
Ti pensu comu ’n patri, comu ’n nannu.

’I me’ prighieri, ’u me’ affettu ti mannu.

Mustrimi ’a strata e pensimi ogni tantu,

Giuvanni Paulu, papa miu santu.

(Prighiera pi lu papa, 04/04/2005)

http://edicola.lasicilia.it/lasicilia/books/050409catania/#/55/ (la poesia è stata pubblicata su LA SICILIA del 9 aprile 2005)